Pubblica offese e minacce contro il sindaco su Facebook: divieto di comunicare per un 55enne - Newsicilia

Pubblica offese e minacce contro il sindaco su Facebook: divieto di comunicare per un 55enne

Pubblica offese e minacce contro il sindaco su Facebook: divieto di comunicare per un 55enne

MILITELLO ROSMARINO – Nella mattinata di oggi, in applicazione dell’ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari emessa dal giudice per le indagini preliminari al Tribunale di Patti (Messina), i carabinieri della stazione di Militello Rosmarino e del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Sant’Agata di Militello hanno arrestato il 55enne G. C. F, ritenuto responsabile dei reati di atti persecutori e diffamazione.

La vicenda è cominciata nel febbraio scorso, quando l’indagato ha iniziato a postare sulla propria pagina Facebook alcuni video, dal tenore diffamatorio, contro l’amministrazione comunale di
Militello Rosmarino e in particolare nei confronti del sindaco e del presidente del consiglio comunale, accusandoli anche di presunti illeciti.



Gli attacchi agli amministratori comunali, tramite post sul social network, con il passare del tempo si sono inaspriti con offese, ingiurie e minacce.

Il provvedimento restrittivo emesso dal Tribunale di Patti, su richiesta della locale Procura della Repubblica, origina dall’attività di riscontro svolta dai militari attraverso la ricostruzione e la documentazione delle condotte poste in essere dal 55enne.


L’indagato, dopo le formalità di rito, è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari nella propria abitazione con il divieto di comunicare, anche a mezzo del telefono e con strumenti informatici, con persone diverse dai conviventi. A suo carico è stato altresì disposto il sequestro, previo oscuramento, dei profili dei social network in uso.

Immagine di repertorio

Per rimanere sempre aggiornato scarica la nostra app.