Problematiche vigili del fuoco Catania, riunione alla Fp Cgil. Re: “Senza personale non possiamo fare interventi”

Problematiche vigili del fuoco Catania, riunione alla Fp Cgil. Re: “Senza personale non possiamo fare interventi”

CATANIA – Mancanza di personale e mezzi, problemi riguardanti i distaccamenti e campagna antincendio boschivo con l’arrivo dell’estate. Questi sono stati i punti cardine dell’incontro che si è tenuto oggi nella sala riunioni della Fp Cgil di Catania riguardante le problematiche del comando dei vigili del fuoco del capoluogo etneo.


Presenti i vertici delle sigle sindacali Fp Cgil, Fns Cisl, Uilpa, Conapo e Usb. La situazione non è ancora rosea e questo ha portato alla proclamazione per il prossimo mese di giugno di uno sciopero con sit-in, che partirà dalla sede del comando provinciale di via Cesare Beccaria.


L’arrivo della stagione calda e il conseguente progredire degli interventi con un numero esiguo di pompieri mettono in subbuglio proprio questi ultimi, che vedono un aumento delle difficoltà nello svolgimento del loro lavoro.


Le promesse da parte delle istituzioni non verrebbero mantenute. Il segretario provinciale del Conapo Catania, Santo Re, sottolinea anche a quanto ammonta il valore numerico del personale che servirebbe con l’imminente arrivo dell’estate.



“Oggi abbiamo manifestato – spiega Re – quelle che sono le problematiche del comando di Catania, ovvero la carenza di uomini e mezzi e quello che riguarda i distaccamenti. Abbiamo deciso anche di fare uno sciopero congiunto con manifestazione nel mese prossimo, nel quale partiremo con un sit-in davanti alla sede del comando per poi arrivare in prefettura. Si tratta di un atto dovuto per esprimere il nostro malessere. Se non venisse mandato personale, noi avremo l’impossibilità di poter svolgere gli interventi, anche perché inizierà la campagna antincendio boschivo e dovremmo aprire il nuovo distaccamento di Palagonia, cosa che senza 30 nuove persone non si può fare. Il sottosegretario del Ministero degli Interni, Stefano Candiani, ci aveva promesso a luglio dell’anno scorso che avrebbe mandato uomini e mezzi a Catania, ma ancora non si è visto niente. In tutta la provincia etnea, tra qualificati e vigili, abbiamo una carenza di 100 persone e di 44 autisti per poter garantire il servizio ordinario. A Palagonia così si potranno tenere solo due persone per evitare che accadano atti vandalici”.

 

Fonte immagini e video: Santo Re