Prestazioni sessuali online, minacce su Whatsapp per ricevere soldi: scattano le manette per un uomo

Prestazioni sessuali online, minacce su Whatsapp per ricevere soldi: scattano le manette per un uomo

MISILMERI – I carabinieri della compagnia di Bagheria (Palermo) hanno arrestato un 47enne di Misilmeri (Palermo) per una tentata estorsione ai danni di un ragazzo di 20.


Il giovane, navigando sul sito internet “Bakeka Incontri Palermo”, ha deciso di contattare un’utenza riportata in uno degli annunci del sito, apparentemente in uso a una donna, al fine di concordare una prestazione sessuale a pagamento.


Il 20enne, appurato che l’utenza contattata era in verità in uso a un uomo, ha deciso di disdire l’incontro e di interrompere ogni comunicazione.


Nonostante ciò, tramite dei messaggi vocali WhatsApp, è stato minacciato dal 47enne che, se non avesse pagato la somma di 45 euro, avrebbe reso pubblico il suo numero di telefono sullo stesso sito d’incontri.



Poco dopo la mezzanotte, i carabinieri hanno bloccato l’uomo prima di ricevere la somma di denaro da parte della vittima e lo hanno arrestato.

Immagine di repertorio