Preso a morsi da un branco di randagi: portato al pronto soccorso del "Vittorio Emanuele" - Newsicilia

Preso a morsi da un branco di randagi: portato al pronto soccorso del “Vittorio Emanuele”

Preso a morsi da un branco di randagi: portato al pronto soccorso del “Vittorio Emanuele”

GELA – Mentre passeggiava tranquillamente in via Rio De Janeiro, a Gela in provincia di Caltanissetta, un uomo di 46 anni è stato aggredito da un branco di cani randagi della zona. A salvarlo un automobilista.

Sembra che l’uomo stesse rischiando la vita a causa dei morsi che cani gli stavano dando. A rendersi conto del pericolo che il 46enne stava correndo, un automobilista che è passato lungo via Rio De Janeiro, proprio vicino l’area archeologica del polo museale di Gela, e che ha cercato di allontanare il branco di randagi suonando in continuazione il clacson.



Fortunatamente l’uomo aggredito è stato portato immediatamente al pronto soccorso dell’ospedale Vittorio Emanuele, dove è gli sono state medicate le ferite con i punti di satura e al momento si trova sotto controllo.

Dopo tale episodio sono state informate le autorità comunali e le forze dell’ordine, le quali hanno pensato che il branco di cani sia lo stesso che nell’ultimo periodo ha provocato la chiusura dell’area archeologica delle Mura Timoleontee di Caposoprano per aver provocato numerosi danni alle recensioni mettendo, così, in pericolo i turisti e il personale di vigilanza.


Per rimanere sempre aggiornato scarica la nostra app.