La festa di Sant’Agata passo dopo passo: rivivi i momenti salienti attraverso video e foto a 360°

La festa di Sant’Agata passo dopo passo: rivivi i momenti salienti attraverso video e foto a 360°

Lo speciale Sant’Agata 2017 a 360 gradi è offerto da 

 

CATANIA – La città etnea è in festa da alcuni giorni per i festeggiamenti della Santa Patrona, Sant’Agata. Inizia oggi il “giro interno” che seguiremo per Voi e con Voi con foto e video esclusivi a 360°.

12,22 – La festa si è conclusa.

12,19 – La statua di Sant’Agata sta trascorrendo ancora qualche momento insieme con i devoti prima di rientrare nella sua cameretta e da lì uscirà tra otto giorni in occasione dell’ottava di Sant’Agata. Tripudio di fazzoletti bianchi sventolati

R0010286_20170206120948-min

12,08 – Il Duomo si è quasi interamente svuotato il fercolo è già stato inserito in “Casa Vara”. Gli ultimi canti religiosi scandiscono gli attimi finali di una festa che ha coinvolto migliaia di persone da tutto il mondo. C’è chi si commuove e chi già, a filo di voce dopo la tre giorni di cerimonie dice “Ci vediamo presto mia dolce Aitina” .

11,50 – Pian piano, a spalla, i devoti si aiuteranno a mettere dentro casa vara, nel museo Diocesano, la vara 

R0010280_20170206111908-min

11,35 – La Santa sta attraversando la navata, grande emozione e calca di fedeli che la vogliono guardare per l’ultima volta.

11,22 – Sant’Agata è arrivata davanti al Duomo: tutta la piazza si scioglie in un applauso

11,11 – È ufficialmente iniziato il rientro in Cattedrale. Un fiume bianco separa in due la piazza Duomo: i devoti vestiti col sacco bianco hanno iniziato a salire i primi gradini della scalinata del Duomo.

11,05 – Il fercolo sta finendo di percorrere la via Garibaldi e manca poco all’arrivo in piazza Duomo. Lì, ad attendere a “picciridda”, c’è il sindaco di Catania Enzo Bianco che, insieme con i fedeli, vuole omaggiare la “santuzza” con l’ultimo saluto.

10,51 – I cordoni si stanno dispiegando lungo via Garibaldi mentre il fercolo è fermo in piazza Mazzini per lo scarico della cera

10,50 – La gente, nonostante la pioggia, affolla piazza Duomo in attesa del rientro della Santa

ajaxmail (2)-min

Clicca sulla foto per interagire

10,27 – Un lungo applauso ha accolto la fine del canto delle monache benedettine lo scambio floreale tra la Sante e le suore

10,23 – Lungo via Crociferi riecheggia nel silenzio il canto intonato dalle monache benedettine in onore della Santuzza

10,07 – Le suore di clausura si dispongono lungo il sagrato prima di intonare il canto a Sant’Agata, che verrà anticipato da un breve discorso di mons. Gaetano Zito e sarà seguito dal reciproco omaggio floreale tra il fercolo e il monastero 

ajaxmail (1)-min

Clicca sulla foto per interagire

10,00 – Una pioggia di fiori bianchi omaggia il passaggio di Sant’Agata in via Crociferi. Manca poco al coro delle suore di clausura del monastero di San Benedetto, diventato una vera e propria “attrazione”

09,56 – I cordoni sono ben tesi, si attende solo il segnale di partenza. Le forze dell’ordine stanno intervenendo per contenere la folla e permettere al fercolo di passare 

09,54 – L’arrivo della Santuzza in via Crociferi è accolto dal lancio di petali bianchi, simbolo di purezza

09,45 – A breve il fercolo sosterà davanti il monastero delle suore di clausura di San Benedetto, dove le monache intoneranno il canto dell’Aurora, una preghiera composta su quelle che sarebbero state le ultime parole di Sant’Agata rivolte a Dio prima di esalare l’ultimo respiro

09,43 – il cordone si sta disponendo lungo via Crociferi, la perla del barocco siciliano, patrimonio dell’umanità Unesco 

09,20 – Il fercolo ha appena effettuato la salita di Sangiuliano

(Clicca sulle immagini per interagire)

ajaxmail (5)-min ajaxmail (6)-min

 

09,16 – Il capomastro sta disponendo gli uomini attorno al fercolo per preparare la salita di Sangiuliano

ajaxmail (4)-min

Clicca sulla foto per interagire

08,52 – Proseguono le operazioni di allineamento del fercolo. Il cordone sta entrando in via di Sangiuliano

08,15 – La Santa è arrivata ai Quattro Canti. Sosta per lo scarico della cera. Si prepara la salita di Sangiuliano

ajaxmail (3)-min

Clicca sull’immagine per interagire

08,06 – Il fercolo ha appena superato la chiesa dei Minoriti ed è in vista dei Quattro Canti

07,48 – La Santuzza è arrivata in piazza Stesicoro: breve sosta per l’omaggio floreale e della cera da parte dei devoti e poi la processione proseguirà a passo spedito verso i Quattro Canti

07,25 – Molti devoti continuano a scortare la Santa verso la conclusione del giro interno. Turisti e normali cittadini cominciano a dislocarsi lungo via Antonino di Sangiuliano per la tradizionale salita e in  via Crociferi in attesa del canto delle suore di clausura

07,18 – Pioviggina molto piano, ma si teme per la cera lungo il percorso e per la salita di Sangiuliano da affrontare

07,15 – Il capo vara incita il cordone danto ordine di tirare. Superata da poco la Villa Bellini

07,00 – Il suono della campanella scandisce la ripresa del percorso della Santa lungo via Etnea

06,50 – Sosta in via Etnea, all’incrocio con viale XX settembre, per permettere lo scarico della cera che quest’anno, pare, sia stata venduta molto di più

06,34 – Tutte le candelore sono già state disposte in Cattedrale ed attendono il ritorno della Santa Patrona di Catania

06,24 – Anche in piazza Cavour i ceri danno vita un incendio, fortunatamente domato in pochi istanti dai vigili del fuoco. Due episodi analoghi sono avvenuti in piazza Stesicoro, poco prima del passaggio del fercolo e qualche ora dopo

06,19 – Riparte il fercolo di Sant’Agata in direzione via Etnea

06,15 – Applauso finale per la conclusione dello spettacolo pirotecnico in piazza Cavour. Suona la sveglia ai catanesi

 06,05 – Iniziano i fuochi del Borgo

(Clicca sulle immagini per interagire)

ajaxmail-min

ajaxmail (2)-min

05,54 – Il fercolo è stato girato ed allineato su via Etnea. Pochi istanti ancora è avrà inizio lo spettacolo pirotecnico

05,40 – Tra gli applausi scroscianti e le campane a festa il fercolo con il busto reliquario della Santa è arrivato in piazza Cavour

05,36 – Il cordone è giunto in piazza Cavour. Ancora pochi minuti è il fercolo sarà al Borgo

05,23 – L’arrivo della Santa si fa sempre più imminente: le campane hanno iniziato a suonare a festa

ajaxmail (1)-min

Clicca sulla foto per interagire

05,17 – La stanchezza comincia a farsi sentire tra le persone presenti in piazza Cavour. Un devoto ha avuto un malore, probabilmente legato proprio alla spossatezza delle lunghe ore di processione, ed è stato aiutato dai sanitari del 118. L’uomo è salito sull’ambulanza da solo, questo rassicura sulle sue condizioni generali di salute

05,10 – Iniziano le operazioni per girare la vara. Nel frattempo, al Borgo, aumenta la gente in attesa del suo arrivo

ajaxmail-min

Clicca sulla foto per interagire

05,03 – Il fercolo è giunto davanti l’istituto Maria Ausiliatrice dove ha ricevuto il consueto canto di omaggio

04,48 – La Santuzza ha superato l’incrocio con via Monserrato e si prepara ad affrontare l’ultimo tratto di via Caronda in vista dell’arrivo in piazza Cavour

04,20 – La Santa è arrivata in via Monserrato

04,16 – Il fercolo si è fermato poco prima dell’incrocio con via Monserrato. Il freddo comincia a farsi sentire e le persone cercano di riscaldarsi stando accanto ai ceri

03,47 – Continua ad aumentare l’afflusso di persone in piazza Cavour in attesa della Santa

ajaxmail-min

Clicca sulla foto per interagire

03,12 – Una leggera pioggia comincia a cadere lungo il percorso del fercolo

03,04 – Piazza Cavour comincia a riempirsi in attesa che giunga la Santuzza e che vengano esplosi i celebri fuochi del Borgo

ajaxmail (1)-min

Clicca sulla foto per interagire

02,26 – Il fercolo prosegue il suo cammino. La Santa si avvicina sempre più al Borgo 

ajaxmail-min

Clicca sull’immagine per interagire

02,20 – Sant’Agata giunge alla chiesa della Mercede dove è stata omaggiata con un canto

01,48 – Il fercolo è giunto in questi istanti all’incrocio di via Caronda con viale XX Settembre. Inizia la sosta per lo scarico della cera

(Clicca sulle immagini per interagire)

R0010257_20170206020029-min ajaxmail (2)-min

01,21 – Si attende l’arrivo della Santa all’incrocio con viale XX settembre per una nuova sosta per lo scarico della cera

01,16 – Le candelore, intanto, sono schierate in viale XX settembre

ajaxmail (1)-min

Clicca sulla foto per interagire

00,49 – Le fiamme che avevano causato momenti di panico tra la folla in piazza Stesicoro poco prima dell’arrivo del fercolo di Sant’Agata hanno ripreso vigore con l’alzarsi del vento. L’intervento dei vigili del fuoco ha riportato la situazione alla normalità

00,37 – La vara ha imboccato definitivamente via Caronda per risalire in direzione Borgo

00,32 – Il maestro del fercolo, Claudio Consoli, ha suonato la campanella per dare il segnale al cordone della ripartenza

00,23 – I torcioni starebbero bloccando la marcia del fercolo, fermo all’inizio di via Caronda

00,10 – Le fiamme dei ceri dei devoti regalano una visione inedita e suggestiva di via Caronda. I veterani della festa, però, sottolineano la presenza di un numero di ceri inferiore rispetto agli anni passati

00,00 – La campanella dà il via alla risalita del fercolo lungo via Caronda. 

23,44 – La Santa si è fermata all’ingresso di via Caronda, proprio accanto alla statua di Garibaldi

23,38 – Terminato in questo momento lo scarico della cera. Il fercolo è pronto a ripartire per via Caronda tra gli applausi

ajaxmail-min

Clicca sulla foto per interagire

23,20 – Le candelore hanno già superato il Borgo. Come sempre, precedono di molto la “Santuzza”

23,16 – Sosta del fercolo all’angolo con via Umberto per consentire lo scarico della cera

(Clicca sulle foto per interagire)

R0010241_20170205231240-min R0010243_20170205231541-min R0010242_20170205231509-min 

22,55 – La Santa Patrona di Catania è arrivata alla Villa Bellini

22,44 – La Santa è in cammino verso Villa Bellini

22,24 – Giungono segnalazioni sulla massiccia presenza di cera in via Caronda, si teme per il passaggio del fercolo, al momento fermo all’altezza dell’incrocio con via Pacini

22,20 – Numerosi i ceri che riempiono già via Caronda, nelle immediate vicinanze della Villa Bellini

22,15 – Sant’Agata ha ripreso il suo percorso: adesso si trova in prossimità di via Pacini

22,04 – Il fercolo si è appena fermato. Omaggio floreale da parte dei cavalieri di Malta esposto

21,32 – Suona la campanella della vara: riprende il percorso della Santa in direzione della Villa Bellini

21,10 – La Santa è arrivata in piazza Stesicoro. Il fercolo si fermerà per la prima lunga sosta per permettere lo svolgimento delle operazioni di scarico della cera

(Clicca sulle foto per interagire con le immagini a 360°)

R0010239_20170205211055-min R0010240_20170205211617-min

21,09 – Pochi metri separano ormai il fercolo dall’arrivo in piazza Stesicoro

20,30 – Eccezionalmente quest’anno, tra i tanti cittadini e devoti che assistono alla festa, si sta registrando una massiccia presenza di amici a 4 zampa. E c’è già chi scherzando dice “L’anno prossimo potrebbero avere il sacco pure loro”

20,28 – La Santa è passata davanti la chiesa dei Minoriti dove è stata omaggiata dal lancio di alcuni volantini con la scritta “W S. Agata”

20,22 – Si cominciano a preparare le operazioni di scarico della cera in piazza Stesicoro, la prima lunga sosta della lunga notte di festa

20,05 – Il fercolo ha superato il palazzo della Prefettura, dove ha ricevuto un omaggio floreale

20,00 – Fiamme domate e situazione sotto controllo dopo gli attimi di panico per lo scoppio di un incendio causato dalla cera dei devoti

19,53 – Attimi di panico in piazza Stesicoro dove sono divampate fiamme alte proprio nei minuti precedenti l’arrivo del fercolo. 

19,40 – Tantissimi devoti sono già a piazza Stesicoro pronti per l’arrivo del fercolo, previsto tra pochi minuti.

360 stesicoro-min

Clicca sulla foto per interagire

19,33 – Il fercolo con la Santa è appena arrivato ai “Quattro Canti”, letteralmente sommerso da devoti. Adesso continua il suo tragitto fino a piazza Stesicoro dove è attesa nei prossimi minuti.

19,16 – Dopo le operazioni di scarico ed il momento di preghiera, il fercolo sta riprendendo il suo cammino verso i “Quattro Canti”.

19,03 – Mentre continuano le operazioni per lo scarico della cera dal fercolo, tutti i fedeli si sono racchiusi in un momento di preghiera.

18,49 – La Santa è appena arrivata alla Basilica della Collegiata dove verrà effettuato lo scarico della cera. Davanti alla Basilica c’è un omaggio floreale del Capitolo e dei soci del Circolo Cittadino di Sant’Agata.

360 collegiata-min

Clicca sulla foto per interagire

18,44 – Il fercolo con la Santa si appresta ad arrivare nella Basilica della Collegiata, dove effettuerà un’ulteriore sosta.

basilica collegiata

18,31 – La Santa è appena arrivata a piazza università accolta dai tantissimi fedeli che la stavano attendendo. In questo momento il fercolo sta prendendo gli omaggi offerti dai fedeli.

sant'agata università

18,17 – La Santa sta per arrivare a piazza Università. Grandissima folla di fedeli ad attenderla.

360 università-min

18,05 – Le campane della cattedrale suonano a festa mentre la Santa si dirige lentamente verso il Comune, dove effettuerà la prima sosta.

17,58 – La Santa continua il suo tragitto lungo via Etnea trainata dai suoi fedeli.

17,47 – La Santa è ancora ferma al Duomo. Si è appena concluso un discorso di Mons. Giovanni Accolla.

17,34 – Sono appena terminati i giochi pirotecnici in piazza Duomo. Stanno per essere posizionati tutti gli omaggi sul fercolo.

17,25  La Santa si affaccia in piazza Duomo, accolta da fuochi d’artificio. Inizia la processione delle Sacre Reliquie per via Etnea. Sul fercolo Sua Eminenza il Cardinale e l’Arcivescovo seguiranno la processione, guidando alcuni momenti di preghiera fino a piazza Stesicoro.

sant'agata esce

17,13 – Il momento è giunto: Sant’Agata sta per riabbracciare nuovamente la sua città, si canta il suo inno.

FOTO 360 DUOMO-min

Clicca nell’immagine per interagire

17,05 – Adesso prende la parola l’Arcivescovo Salvatore Gristina.

16,54 – La messa volge al termine. A momenti arriverà l’ora dell’uscita.

foto 360 facce diverse-min

Clicca nell’immagine per interagire

16,50 – Il fercolo è davanti alla cattedrale pronto ad accogliere le sacre reliquie.

Fercolo

16,43 – Il fercolo esce dalla cameretta, iniziano gli omaggi per la Santa. Intanto è arrivato il momento dell’eucarestia.

16,39 – La cattedrale inizia a profumare d’incenso. L’ora della Santa è sempre più vicina ed è giunto anche il momento delle offerte.

16,35 – Finisce il discorso di Mons. Accolla. Inizia la processione.

16,24 – Continua il discorso del Vescovo di Messina Mons. Giovanni Accolla: “Un piacere essere qui a condividere questa gioia della festa con voi. La bontà di Agata è la bontà che affonda le radici su una virtù che oggi spesso non viene celebrata, quella della fede. Agata significa cuore. Quanti sono i bugiardi che dicono che non hanno tempo per andare a messa la domenica? Abbiamo bisogno di dire ‘Dio ti amo, non posso fare a meno di te’. Agata ha messo la religione al primo posto, noi è possibile che non abbiamo un’ora per il signore?”

16,21 – Prosegue la messa. I devoti attendono la Santa, grande folla all’interno della cattedrale. Da segnalare la compostezza della folla e l’ottimo lavoro svolto dalle forze dell’ordine. L’ingresso e l’uscita dalla cattedrale può essere effettuato regolarmente.

foto 360 16,21-min

Clicca nell’immagine per interagire

16,00 – È iniziata la santissima messa presieduta da S.E.R. Monsignor Giovanni Accolla, Arcivescovo metropolita di Messina. Tanti i fedeli presenti in un tripudio di fede ed emozioni.

15,50 – La gente attende per l’inizio della messa delle ore 16,00.

foto 360-min

Clicca nell’immagine per interagire

A celebrare stamani il Pontificale è stato il cardinal Vallini, vicario del Papa per la città di Roma. “Ed è proprio a lui che stiamo mostrando che il filo conduttore di quest’edizione della Festa – ha detto mons. Gristina –  sarà il cammino comune, con popolo e pastori insieme, per rafforzare l’idea di una Chiesa che consente di vivere sempre di più i valori della comunione, della convergenza, dell’impegno per proiettarsi verso traguardi che, anche dal punto di vista civile, renderanno sempre più bella la nostra comunità. Perché la Festa di Sant’Agata è un momento che vede unita la città”. 

 

 

Commenti