Il pilota Alitalia che portò Mattarella a Palermo sospeso: spara in casa

Il pilota Alitalia che portò Mattarella a Palermo sospeso: spara in casa

PALERMO – Lo scorso 14 febbraio Sergio Mattarella era a bordo di un aereo Alitalia alla volta di Palermo. Chi lo conduceva è stato protagonista, la scorsa domenica, di un fatto di cronaca dai contorni particolarmente violenti.

Infatti sembrerebbe che il pilota, dopo una lite in famiglia, abbia impugnato una pistola e sparato in aria diversi colpi costringendo la polizia ad intervenire nella sua abitazione di Todi.

Alitalia ha deciso di sospenderlo ma ha precisato che l’uomo “non è al momento impegnato in servizi di comando e di volo e la compagnia ha avviato tutte le verifiche del caso e disposto l’immediata sospensione del pilota dall’attività di volo”.

Il fatto è emerso a seguito della segnalazione in procura degli agenti intervenuti in casa del pilota. Nessuno è stato ferito dagli spari esplosi dal pilota ma alla luce dei fatti accaduti con l’aereo di Germanwings la compagnia di bandiera italiana ha preso immediati provvedimenti.

La foto del pilota era diventata celebre dopo il volo con il presidente Mattarella: un selfie che adesso spopola nelle pagine di cronaca.

 

Commenti