Picchiava e minacciava i genitori: “Vi faccio a pezzi, vi seppellisco”

Picchiava e minacciava i genitori: “Vi faccio a pezzi, vi seppellisco”

GIARRE – Un vero e proprio clima di terrore, quello creatosi nei pressi di un’abitazione a Giarre dove un ragazzo di 21 anni, per molto tempo, continuava ad aggredire i genitori.

Il giovane minacciava i coniugi verbalmente, arrivando addirittura a picchiarli con calci e pugni e dichiarando loro più volte che, qualora non avessero rispettato le sue richieste, li avrebbe uccisi: “Vi faccio a pezzi, vi seppellisco”, così avrebbe detto.

Episodi di pura follia che hanno allertato i vicini di casa, i quali hanno prontamente avvisato i carabinieri di Giarre che, giunti sul posto, hanno trovato il padre che continuava a subire i pugni del figlio sul volto, per via della rabbia di quest’ultimo. I militari sono riusciti ad arrestare il giovane con l’accusa di estorsione maltrattamenti.

Il 21enne, infatti, chiedeva quotidianamente alla famiglia somme di denaro tra i 50 e i 100 euro per acquistare sostanze stupefacenti. Una situazione assolutamente drammatica e incontenibile che andava avanti da mesi. 

Qualora i genitori si fossero rifiutati a dare la somma di denaro che lui stesso pretendeva, il giovane metteva prima sottosopra la casa distruggendo tutto ciò che gli capitasse a tiro, per poi passare all’aggressione fisica e verbale. 

Commenti