Peschereccio sequestrato: 50mila euro chiesti dalla Tunisia per il rilascio

Peschereccio sequestrato: 50mila euro chiesti dalla Tunisia per il rilascio

MAZARA DEL VALLO – La commissione interministeriale tunisina parla forte e chiaro: 50 mila per il rilascio del peschereccio Anna Madresequestrato dalle autorità tunisine venerdì scorso. 

La cifra così alta si spiegherebbe, secondo Giampiero Giacalone, armatore dell’imbarcazione, perché è contestata alla “Pesca giovane srl” la recidiva; anche se loro si difendono, sostenendo che né il capitano né l’imbarcazione hanno mai avuto precedenti di questo tipo.

La cifra, come se non bastasse, è ancora più elevata di quel che sembra: a questi 50mila euro di spesa se ne aggiungono 40mila di tutto il pescato che era a bordo e che è stato preso in consegna dalle autorità tunisine.

E mentre si confida nell’intervento di Crocetta e più in generale della diplomazia siciliana, in attesa che finisca il capodanno islamico, l’equipaggio resta in Tunisia ma, almeno, libero.

Commenti