Peschereccio “Nuova Iside” scomparso in mare: ricerche con cacciamine e subacquei

Peschereccio “Nuova Iside” scomparso in mare: ricerche con cacciamine e subacquei

TERRASINI – Continuano le ricerche del peschereccio “Nuova Iside”, partito dal porticciolo di Terrasini (Palermo) e mai più rientrato.

Per la ricerca è stato mobilitato il cacciamine Numana, del Comando delle forze di contromisure Mine, e il Gruppo operativo subacquei del Raggruppamento subacquei e incursori della Marina Militare.


Dalle prime indagini si ritiene che il peschereccio sia affondato nella notte tra il 12 e il 13 maggio del 2020 nelle acque che si trovano a nord-est di San Vito Lo Capo (Trapani).

La Marina Militare, nei giorni scorsi, era già intervenuta per cercare di restringere ancora di più il campo di ricerca del relitto.



Sulla nave, scomparsa nella notte tra l’12 e il 12 maggio, erano impegnati tre pescatori esperti in una battuta di pesca. Nei giorni successivi sono stati recuperati i corpi senza vita di due dei tre marinai, vale a dire di Giuseppe Lo Iacono e del capitano Matteo Lo Iacono, mentre ad oggi non vi è ancora traccia di Vito Lo Iacono, l’ultimo disperso.

Immagine di repertorio