Pesca sportiva in area protetta con attrezzatura vietata. Nei guai un uomo: beccato dalla Guardia Costiera

Pesca sportiva in area protetta con attrezzatura vietata. Nei guai un uomo: beccato dalla Guardia Costiera

SIRACUSA – Nel corso dell’attività di monitoraggio notturno dell’area marina protetta, i militari della Guardia Costiera di Siracusa hanno intercettato, nelle acque antistanti Punta del Gigante, la presenza di un’unità da diporto, a bordo della quale il diportista era intento a effettuare pesca sportiva attraverso l’utilizzo di un palangaro.

L’uomo era a bordo della propria unità da diporto intento a effettuare attività di pesca sportiva con attrezzatura vietata all’interno della zona B di riserva parziale dell’area marina protetta del Plemmirio.


Il personale della motovedetta M/V CP537 ha recuperato l’attrezzo da pesca e condotto il trasgressore negli uffici della Capitaneria di Porto per gli adempimenti previsti dalla legge e la successiva contestazione di illecito amministrativo.

Il palangaro è stato sequestrato. Si rammenta che nelle zone B e C dell’area marina protetta del Plemmirio la pesca sportiva è consentita previa autorizzazione da parte dell’ente gestore e che la stessa, relativamente ai mesi di maggio e giugno, è vietata a causa del fermo biologico 2020.