Pasqua e Pasquetta tra violenze e maltrattamenti: arrestati due uomini

Pasqua e Pasquetta tra violenze e maltrattamenti: arrestati due uomini

MESSINA – Ieri sera, i carabinieri della Stazione e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Sant’Agata di Militello hanno arrestato un 25enne, ritenuto responsabile del reato di maltrattamenti contro familiari o conviventi.

Nel pomeriggio di Pasquetta, una donna ha chiamato il numero di emergenza 112 in stato di agitazione.



La donna ha richiesto l’intervento dei militari dell’Arma poiché era stata aggredita verbalmente e fisicamente dall’ex convivente, già destinatario di un provvedimento di divieto di avvicinamento alla vittima.

Sul posto sono giunti i carabinieri della stazione di Sant’Agata Militello e del Nucleo Radiomobile della locale Compagnia che hanno immediatamente bloccato l’uomo, in evidente stato di  alterazione psicofisica derivante dall’assunzione di sostanze alcoliche.


La donna, impaurita, è stata messa in sicurezza dall’intervento dei militari operanti e soccorsa dal personale medico del 118 intervenuto. Il 25enne, dopo essere stato accompagnato all’ospedale di Sant’Agata Militello, al termine degli accertamenti clinici, è stato condotto in caserma per ulteriori verifiche.

Il giovane è stato arrestato per maltrattamenti contro familiari o conviventi e condotto nel carcere di Barcellona Pozzo di Gotto a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Domenica pomeriggio, a seguito di un intervento per una lite in famiglia, i carabinieri della stazione di Capo d’Orlando hanno arrestato un 30enne, ritenuto responsabile del reato di maltrattamenti contro familiari o conviventi.

Nel pomeriggio di Pasqua, una donna ha richiesto l’intervento dei carabinieri perchè il marito aveva usato violenza contro di lei.

Giunti sul posto, i militari dell’arma hanno trovato l’uomo in stato di alterazione che, non curante della presenza dei carabinieri, ha continuato a inveire nei confronti della moglie, tentando di colpirla.

La donna è stata soccorsa dai militari e accompagnata in ospedale dove è stata sottoposta alle cure del caso, mentre il marito è stato bloccato dai carabinieri e condotto in caserma per i necessari accertamenti.

Dalle verifiche svolte sono emerse ripetute aggressioni e continui maltrattamenti nei confronti della moglie, nel corso degli ultimi mesi.

Il marito è stato arrestato in flagranza di reato per maltrattamenti contro familiari o conviventi e, dopo gli accertamenti di rito, portato nel carcere di Barcellona Pozzo di Gotto, in attesa della celebrazione del rito direttissimo.