Panico in piazza Manin, nordafricano aggredisce due ragazzi e ruba soldi: rintracciato, fermato e arrestato

Panico in piazza Manin, nordafricano aggredisce due ragazzi e ruba soldi: rintracciato, fermato e arrestato

VITTORIA – La Polizia di Stato ha arrestato un rapinatore che in pieno giorno aveva aggredito due ragazzi sottraendogli del denaro.

In particolare, nella tarda mattinata di mercoledì scorso, due giovani fratelli, mentre si trovavano nella centralissima piazza D. Manin, sono stati aggrediti da un soggetto nordafricano che, con violenza, gli ha rubato una banconota da 50 euro.



I malcapitati, nonostante l’aggressione subita, non si sono persi d’animo e hanno telefonato tempestivamente alla polizia per chiedere aiuto, fornendo una descrizione dettagliata del malvivente.

La sala operativa ha diramato immediatamente la nota via radio alle volanti del commissariato di Vittoria che si sono messi alla ricerca dell’aggressore. Nel giro di pochi minuti, il soggetto che, verosimilmente per la sfrontatezza e per la convinzione di restare impunito, non si era nemmeno allontanato dalla citata piazza, è stato rintracciato quando si trovava ancora a poche decine di metri dal luogo della rapina, seduto a sorseggiare una birra su una panchina.


Solo alla vista degli agenti il malvivente ha tentato di darsi alla fuga, ma è stato prontamente bloccato da un’altra pattuglia giunta alle sue spalle.

Sottoposto a perquisizione gli è stata trovata addosso, all’interno della tasca dei pantaloni, la banconota poco prima rapinata.

Alla luce dei fatti, il malfattore, identificato per un tunisino di 32 anni, già noto alle forze dell’ordine in quanto sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per altri reati, è stato dichiarato in stato di arresto e condotto in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria. La tempestività con cui il reato è stato segnalato dalle vittime è stata determinante per l’individuazione dell’autore della rapina.