Panico al “Giovanni Paolo II”, infermiere preso a pugni e schiaffi: fermato l’aggressore

Panico al “Giovanni Paolo II”, infermiere preso a pugni e schiaffi: fermato l’aggressore

SCIACCA –  Aggressione nei confronti di un infermiere in servizio. L’increscioso incidente sarebbe avvenuto, nella giornata di ieri, nell’ospedale Giovanni Paolo II di Sciacca, in provincia di Agrigento.

Un impiegato del personale sanitario, mentre effettuava il suo turno di lavoro, sarebbe stato picchiato con pugni e schiaffi, nell’area di emergenza della struttura. L’aggressore si sarebbe dato alla fuga, ma inutilmente, in quanto, successivamente, sarebbe stato individuato e fermato dai carabinieri.



Momenti di panico per l’infermiere, che, senza un’apparente motivazione, ha dovuto subire l’attacco dello sconosciuto.

Non si tratta del primo episodio che accade negli ospedali siciliani, a danno del personale infermieristico: i sindacati Fsi-Usae esprimono la loro solidarietà verso i lavoratori ospedalieri, e auspicano un intervento da parte del ministero della Salute, affinché vengano effettuate misure a tutela della sicurezza dei sanitari e dei pazienti.


Immagine di repertorio