Palermo, asportato tumore al fegato: pesava ben otto chili

Palermo, asportato tumore al fegato: pesava ben otto chili

PALERMO Eccezionale intervento nel capoluogo siciliano: asportata a una giovane donna una grossa massa tumorale di otto chili. Dopo aver chiesto aiuto, per anni, a svariati centri specialistici del nord e del centro del Paese, senza risultati positivi, finalmente la donna, residente a Termini Imerese, ha trovato la soluzione del suo grave e invalidante problema, all’Ismett, dove, è stata sottoposta a resezione epatica, che l’ha liberata così di un pesante tumore largo 35 centimetri.

Il professor Salvatore Gruttadauria, direttore del Dipartimento per la cura e lo studio delle patologie addominali e dei trapianti addominali, ha riferito che l’operazione ha avuto buon esito e “ora la donna, che è anche madre, sta bene ed è stata dimessa nove giorni dopo l’intervento”.



Interventi di questo tipo – spiega – sono possibili grazie a una rete siciliana che coniuga l’attività di équipe multidisciplinari all’interno delle quali operano chirurghi, anestesisti, epatologi, radiologi ed endoscopisti”.

Negli ultimi due anni, in questa struttura, sono stati eseguiti circa 100 resezioni epatiche e 1300 nel totale; un centro all’avanguardia, quindi, tanto da ricevere l’anno scorso due riconoscimenti: uno come Centro di riferimento regionale per i tumori epatobiliopancreatici, con decreto assessoriale dello scorso 29 maggio, e il posizionamento dell’istituto fra i primi dieci centri italiani, su 60 censiti, per numero di resezioni epatiche eseguite con tecnica mini invasiva laparoscopica.


Immagine di repertorio