Operazione Visir: condannati gli uomini del boss Matteo Messina Denaro. DETTAGLI

Operazione Visir: condannati gli uomini del boss Matteo Messina Denaro. DETTAGLI

PALERMO – Diversi anni di carcere per i fiancheggiatori del mafioso Matteo Messina Denaro, che lo avrebbero “coperto” negli anni di latitanza. È di più di 100 anni di carcere, infatti, la pena complessiva per i 14 arrestati dell’operazione Visir. Lo ha deciso oggi il giudice per l’udienza preliminare di Palermo, Nicola Aiello.

L’operazione antimafia, scattata nel maggio del 2017 in seguito ad alcune intercettazioni delle forze dell’ordine, aveva colpito duramente alcune delle più conosciute famiglie mafiose di Marsala, in provincia di Trapani. I 14 arrestati sono accusati di estorsione e associazione mafiosa.




Ecco i nomi degli imputati che hanno ricevuto le pene:

  • Vito Vincenzo Rallo, considerato il reggente della cosca di Marsala, condannato a 16 anni di carcere;
  • Nicolò Sfraga, braccio destro di Rallo, condannato a 14 anni;
  • Calogero D’Antoni, condannato a 9 anni;
  • Vincenzo D’Aguanno, che ha ricevuto una pena di 12 anni e 8 mesi;
  • Giuseppe Giovanni Gentile, condannato al carcere per 10 anni e 8 mesi;
  • Simone Licari, che ha ricevuto una condanna di 12 anni;
  • Ignazio Lombardo, soprannominato “il Capitano”, condannato a 12 anni;
  • Michele Lombardo, condannato anche lui a 12 anni;
  • Aleandro Rallo, condannato a 10 anni;
  • Massimo Salvatore Giglio, condannato a 5 anni e 4 mesi di carcere.

La richiesta dell’accusa era stata di 137 anni di carcere.

Disposti anche dei risarcimenti per l’associazione antiracket e antiusura Trapani, Sicindustria, il Centro studi Pio La Torre e l’associazione “La verità vive”.