Operazione “Strade pulite”: sequestrate due discariche abusive

Operazione “Strade pulite”: sequestrate due discariche abusive

AGRIGENTO – Continuano incessanti le azioni di contrasto agli atti di inciviltà legati al fenomeno dell’abbandono dei rifiuti da parte di cittadini e proprietari di attività commerciali e ditte della provincia di Agrigento.

Stamattina, i carabinieri di Agrigento, nell’ambito del piano di repressione del fenomeno dell’abbandono dei rifiuti, hanno sequestrato altri due siti adibiti a discariche abusive. Si tratta di un’area di 12 metri quadrati, rinvenuta nei pressi del viale Sicilia e di un’area di 10 metri quadrati ricadente in via dei ragazzi del 99.



I militari dell’Arma hanno ritrovato in entrambe le aree sequestrate, rifiuti di ogni genere: urbani domestici e assimilabili, solventi e rifiuti pericolosi, rifiuti speciali, elettrodomestici e comunque rifiuti non differenziati. Le aree sequestrate sono state affidate all’ente proprietario, in attesa dei provvedimenti necessari allo smaltimento e al ripristino dei luoghi.

Le operazioni messe a segno dai carabinieri ad Agrigento rappresentano una risposta importante per la cittadinanza. Meno di un anno fa, i carabinieri di Agrigento, grazie alle attività d’indagine svolte insieme ai colleghi del centro anticrimine natura, avevano individuato circa 350 responsabili di episodi di abbandono di rifiuti, in gran parte privati cittadini, ma anche titolari di attività commerciali e ditte della provincia. Le telecamere istallate in varie aree sensibili, non lasciarono scampo ai responsabili. Tra i rifiuti furono ritrovati anche quelli pericolosi per un totale di oltre 220mila euro di sanzioni amministrative comminate.


Anche recentemente, a Licata, i militari hanno sequestrarono una discarica abusiva di grandi dimensioni. Un’area di oltre 300 metri quadrati che comprendeva anche un magazzino, ricoperta da una tonnellata di rifiuti speciali anche pericolosi.