Operazione “Iddu”, ecco chi sono i 21 arrestati legati al clan catanese Santapaola-Ercolano

Operazione “Iddu”, ecco chi sono i 21 arrestati legati al clan catanese Santapaola-Ercolano

CATANIA – Dalle prime luci dell’alba oltre 100 carabinieri del comando provinciale di Catania, nelle province di CataniaMilano e Lecce, su delega della Procura Distrettuale etnea, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Catania nei confronti di 21 persone, indagate, a vario titolo, per i reati di associazione di tipo mafiosoassociazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacentidetenzione e spaccio di sostanze stupefacentiestorsione e lesioni pluriaggravate, tutti reati commessi con l’aggravante del metodo mafioso.


L’indagine ha consentito di delineare la posizione apicale di Benedetto La Motta, di 62 anni, referente per la zona di Riposto (CT) della famiglia di Cosa Nostra catanese dei Santapaola-Ercolano, nonché quella dei suoi più fedeli collaboratori tra i quali il 76enne Antonino Marano, noto come il killer delle carceri.


Alcuni degli odierni indagati erano già stati individuati quali mandanti ed autori dell’omicidio del giovane Dario Chiappone commesso nell’ottobre del 2016.


Queste le persone arrestate nell’operazione “Iddu”:



  • Giovanni Bonaccorso, inteso “u ciasco”, 46 anni, nato a Riposto;

  • Abedelmajid Boualloucha, inteso “macido”, 27 anni, nato a Giarre (CT);

  • Giuseppe Campo, inteso “fantino”, 46 anni, nato a Riposto (CT);

  • Ornella Cartia, 68 anni, nata a Castiglione di Sicilia (CT);

  • Paolo Castorina, inteso “spiddo”, 37 anni, nato a Giarre (CT);

  • Giancarlo Leonardo Cucè, inteso “Leo”, 42 anni, nato a Catania;

  • Benedetto La Motta, inteso “Benito”, “IDDU”, “patrozzo” e “zio”, 52 anni, nato a Riposto e detenuto;

  • Andrea La Spina, inteso “bassotto” e “turchino”, 37 anni, nato a Giarre (CT);

  • Graziano Leotta, 52 anni, nato a Riposto;

  • Cateno Mancuso, inteso “Tino ciuffo”, 39 anni, nato a Riposto (CT);

  • Massimiliano Mancuso, inteso “Massimo o Massimitto”, 25 anni, nato a Giarre (CT);

  • Antonino Marano, inteso “u vecchio” o “zu Nino”, 76 anni, nato a Mascali (CT) e già detenuto;

  • Salvatore Marletta, inteso “Turi di Palagonia”, 47 anni, nato a Palagonia (CT) e già detenuto;

  • Grazia Messina, intesa “IDDA”, “patrozza” e “la zia”, 58 anni, nata a Riposto (CT);

  • Davide Patanè, inteso “zappitta”, 28 anni, nato a Giarre (CT);

  • Salvatore Patanè, inteso “zappa-zappitta”, 49 anni, nato a Mascali (CT);

  • Liborio Previti, inteso “u tignusu”, 39 anni, nato a Catania e già detenuto;

  • Giovanni Russo, inteso “u grossu”, 31 anni, nato a Acireale (CT) e detenuto agli arresti domiciliari;

  • Andrea Sapienza, inteso “Andrea mito”, 46 anni, nato a Giarre (CT) e detenuto;

  • Agatino Tuccio, inteso “Tino o Catino”, 54 anni, nato a Giarre (CT) e detenuto;

  • Gaetano Zammataro, inteso “fasola”, 33 anni, nato a Catania.