Operaio muore al Policlinico dopo 9 giorni di agonia: famiglia dà consenso alla donazione degli organi

Operaio muore al Policlinico dopo 9 giorni di agonia: famiglia dà consenso alla donazione degli organi

MESSINA – Dopo 9 giorni di agonia si è spento questa mattina Salvatore Caponata, l’operaio di 56 anni rimasto vittima lo scorso 10 ottobre di un incidente sul lavoro.

Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo sarebbe caduto da una piccola impalcatura, per motivi ancora in fase di accertamento, mentre tinteggiava un muro di una scuola. Le sue condizioni erano apparse gravissime da subito.



Il 56enne, che partecipava ai Cantieri di Servizi del Comune di Messina, avrebbe riportato alcune fratture e un grave trauma cranico: negli ultimi giorni le sue condizioni erano peggiorate, fino al tragico esito di oggi. Caponata è deceduto nel reparto di Rianimazione del Policlinico della città dello Stretto, dove è stata accertata la morte cerebrale.

La famiglia del 56enne ha deciso di compiere un grande gesto di solidarietà dando il proprio consenso alla donazione degli organi dello sfortunato congiunto.


Sul tragico incidente sul lavoro è in corso un’indagine da parte della Procura della Repubblica di Messina e dell’Ispettorato del Lavoro.

Immagine di repertorio