Omicidio Elvira Bruno, lo stupore dei vicini dopo l'assassinio: "Sembravano una coppia normale" - Newsicilia

Omicidio Elvira Bruno, lo stupore dei vicini dopo l’assassinio: “Sembravano una coppia normale”

Omicidio Elvira Bruno, lo stupore dei vicini dopo l’assassinio: “Sembravano una coppia normale”

PALERMO – Sono ancora tanti i misteri da risolvere e le verità da scoprire sull’omicidio di Elvira Bruno, 53 anni, uccisa dal compagno reo confesso, Moncef Naili, cuoco di origine tunisina, presumibilmente al culmine di una lite, a Palermo.

Secondo alcune indiscrezioni, infatti, i due erano una coppia come tante altre, senza problemi coniugali evidenti o inimicizie con i vicini. Eppure quella che sembrava una tranquilla famiglia è stata distrutta questa mattina con il brutale assassinio della 53enne, madre di due bambine.



Subito dopo aver commesso il reato, Moncef Naili avrebbe confessato tutto alla polizia e si sarebbe costituito come responsabile della tragedia.

Ancora poco chiara la dinamica del femminicidio: in base a una prima ricostruzione, l’uomo avrebbe strangolato la compagna nell’appartamento che condividevano in via Antonino Pecoraro Lombardo dopo un acceso litigio. Ciò nonostante, il presunto killer è ancora sotto interrogatorio in queste ore e solo le approfondite indagini degli agenti palermitani potranno stabilire il movente e ricostruire gli ultimi istanti di vita di Elvira Bruno.


Fonte immagini: Rai News

Per rimanere sempre aggiornato scarica la nostra app.