Omicidio colposo, indagini su tragedia maltempo a Casteldaccia: "La demolizione doveva essere effettuata", i dettagli - Newsicilia

Omicidio colposo, indagini su tragedia maltempo a Casteldaccia: “La demolizione doveva essere effettuata”, i dettagli

Omicidio colposo, indagini su tragedia maltempo a Casteldaccia: “La demolizione doveva essere effettuata”, i dettagli

PALERMO – Disastro colposo e omicidio colposo, la procura di Termini Imerese (Palermo) indaga a tutto spiano sulla tragedia di Casteldaccia e gli ultimi risvolti cambiano lo scenario di quanto accaduto. Ieri, infatti, il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha dichiarato che la casa in cui sono morte nove persone doveva essere abbattuta. Ma, a fermare tutto, era stato un ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale.

Ricorso sì, ma il Tar non ha mai sospeso l’abbattimento dell’immobile e, in ogni caso, il comune avrebbe dovuto procedere con le opere di demolizione. “Non basta un ricorso a bloccare l’ordine di abbattimento”, scrive il Consiglio di Stato.



“In ogni caso, nel 2011 il giudizio al Tar si è concluso e l’ordinanza di demolizione del sindaco non è stata annullata; né il Comune si è mai costituito in giudizio. Quindi, in questi anni, l’ordinanza di demolizione poteva – e doveva – essere eseguita”.

Non solo la tragedia, adesso anche l’incredibile querelle sulle responsabilità di quanto accaduto.


Immagine Ansa

Per rimanere sempre aggiornato scarica la nostra app.