Novità per la movida Messinese: a partire da oggi proroga chiusura di locali ed emissione di musica

Novità per la movida Messinese: a partire da oggi proroga chiusura di locali ed emissione di musica

MESSINA – Da oggi, sabato 1 agosto, a Messina è in vigore l’ordinanza sindacale n. 235 con la quale sono stati disciplinati gli orari e le modalità di gestione delle attività di ristorazione e di somministrazione di cibi e bevande, di distributori automatici e di lidi balneari con attività complementari che resterà in vigore fino all’1 settembre 2020.


Aderendo alle richieste pervenute dagli operatori del settore e dai tanti cittadini – evidenzia l’Assessore alle Attività Produttive Dafne Musolinoi quali hanno manifestato il desiderio di potere beneficiare di qualche ora di divertimento in più, gli orari di chiusura dei locali sono stati prorogati di un’ora portandoli alle ore 3; così come è stato prorogato anche l’orario per le emissioni musicali che dovranno cessare entro le ore 1,30 dal lunedì al giovedì ed entro le ore 2 dal venerdì alla domenica.


Restano invece invariate le disposizioni in merito all’orario di cessazione della somministrazione delle bevande alcoliche alle ore 1,30 e sul divieto di consumo di bevande alcoliche in luoghi pubblici o aperti al pubblico dalle ore 20 alle ore 8.


Rimane in vigore anche il divieto di vendita di bevande alcoliche per i distributori automatici dalle ore 24 alle ore 7. La conferma dei divieti di vendita di bevande alcoliche oltre le ore 1.30 e di divieto di consumo di alcol sul suolo pubblico dalle ore 20 alle ore 8 si è resa necessaria, a seguito dei controlli eseguiti nelle sere della movida, che hanno fatto emergere preoccupanti fenomeni di abuso di alcol con correlate condotte illecite, come ubriachezza molesta o guida in stato di ebrezza, per le quali si è proceduto alle relative denunce nei confronti dei trasgressori.



Si rammenta infine – conclude l’Assessore – che permangono invariate le disposizioni sul divieto di assembramenti, sull’obbligo di utilizzo di mascherine e sul distanziamento sociale”.

Immagine di repertorio