Negozio abusivo di ricambi rubati per motocicli a Librino: denunciati padre e figlio – FOTO

Negozio abusivo di ricambi rubati per motocicli a Librino: denunciati padre e figlio – FOTO

CATANIA – Ieri pomeriggio la polizia di Catania, dopo il controllo in casa di un uomo residente nel quartiere Librino, sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, ha scoperto che lui, assieme al padre con lui convivente, aveva organizzato all’interno del suo cortile un vero e proprio negozio abusivo di pezzi di ricambio per motocicli, di probabile provenienza da furto.

Gli oggetti erano sistemati in box e scaffali e suddivisi per tipologia e modello, pronti per essere venduti. I due avevano anche sistemato un ponte per il sollevamento dei motocicli e un banco con relativa parete attrezzata per lo smontaggio dei mezzi. Sempre all’interno della stessa area, sono stati ritrovati telai di motocicli oggetto di furto e alcuni mezzi, in parte già smontati, e numerosi scatoloni contenenti articoli casalinghi e giocattoli.



I due, che non hanno saputo dare alcuna giustificazione circa la provenienza di quanto ritrovato dagli operatori, sono stati denunciati per i reati di ricettazione, riciclaggio e per detenzione di munizionamento, visto che, all’interno di una busta di plastica nascosta sotto un bancone, sono state ritrovate sette cartucce calibro 12.

Dopo i rilievi effettuati dal personale del gabinetto regionale di polizia Scientifica, informato il pubblico ministero di turno, i poliziotti hanno sequestrato l’intera area e tutto quanto ritrovato.