Nasconde fucile nella stalla e revolver in magazzino: in manette agricoltore 52enne

Nasconde fucile nella stalla e revolver in magazzino: in manette agricoltore 52enne

BELMONTE MEZZAGNO – Continuano i controlli dei carabinieri nelle aree rurali di Belmonte Mezzagno, territorio palermitano che lo scorso anno è stato interessato dagli omicidi di Vincenzo Greco e Antonio Di Liberto e dal tentato omicidio di Giuseppe Benigno.


I militari, impegnati in un servizio di controllo del territorio, hanno scoperto alla periferia del paese, nascosta all’interno di un magazzino, un revolver calibro 38, e in una stalla, un fucile da caccia calibro 12, entrambi con matricola abrasa, oltre munizionamento.


La persona che aveva la disponibilità dei due luoghi, G.S., un agricoltore 52enne, è stato arrestato per detenzione di armi e munizionamento. Il Tribunale di Termini Imerese ha convalidato l’arresto.




Già lo scorso 22 febbraio, in un’analoga operazione, sono state arrestate altre due persone. In quella circostanza, oltre a una pistola semiautomatica e un fucile, furono trovate oltre 500 cartucce.