Muore a 20 anni dopo febbre e diarrea: scattano protocolli sanitari nel centro di accoglienza di Aragona

Muore a 20 anni dopo febbre e diarrea: scattano protocolli sanitari nel centro di accoglienza di Aragona

ARAGONA – Un giovane di 20 anni, originario del Ghana, ospite di un centro di accoglienza di Aragona, in provincia di Agrigento, è morto in circostanze poco chiare. Il ragazzo, infatti, dalle prime circostanze, nei giorni precedenti alla morte, presentava febbre e diarrea.

I sintomi, forniti dalle testimonianze, accusati dal giovane prima di morire hanno spinto gli operatori sanitari intervenuti a effettuare un tampone post mortem al fine di comprendere se si tratti di Coronavirus.


I sanitari sono stati contattati intorno a mezzogiorno dagli operatori del centro di accoglienza che hanno, poi, provveduto a descrivere i sintomi che il giovane aveva accusato nei giorni scorsi.

Sul posto, oltre al 118, sono intervenuti anche i carabinieri della tenenza di Aragona e il sindaco della città, Giuseppe Pendolino. Intanto, nel centro di accoglienza, si sta procedendo alla sanificazione della stanza dove è deceduto il ragazzo.



Solo il test su tampone potrà sciogliere i dubbi.