Movida ragusana nel mirino delle forze dell’ordine: controllati 121 veicoli e 162 soggetti

Movida ragusana nel mirino delle forze dell’ordine: controllati 121 veicoli e 162 soggetti

RAGUSA – La Questura di Ragusa, nell’ambito dei controlli disposti dal Questore dal 16 al 18 luglio, ha implementato i servizi straordinari di prevenzione e controllo del territorio, con particolare attenzione ai territori dei Comuni di Ragusa-Marina di Ragusa, Santa Croce e Modica-Pozzallo, interessati particolarmente da numerosi frequentatori della movida


Al fine di rendere più incisiva l’attività della Polizia di Stato, il Dipartimento della pubblica sicurezza ha disposto l’invio degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Catania, a supporto dell’attività nel territorio provinciale.


I mirati servizi hanno interessato le zone nevralgiche dei comuni controllati: sono stati impiegati 13 equipaggi diversificati della Polizia di Stato: UPGSP, Commissariato di Modica e Comiso, Polizia Stradale, Reparto Prevenzione Crimine di Catania insieme alla Polizia Municipale, e con la preziosa collaborazione dell’Unità Cinofila di Catania.


Nel corso dei servizi straordinari sono stati controllati 121 autoveicoli e 162 persone; sono state effettuati 2 controlli ad esercizi commerciali, 1 perquisizione domiciliare e 3 perquisizioni locali ed accertate 92 infrazioni al Codice della Strada, di cui 8 sequestri di veicolo per art. 193, ossia senza copertura assicurativa, e 2 patenti ritirate per sorpasso in curva.



Prosegue la costante attività di prevenzione della Questura di Ragusa su tutto il territorio provinciale per garantire la sicurezza dei cittadini.