Movida a rischio: ben 3 pub irregolari, sanzioni per 1.650 euro e sequestri

Movida a rischio: ben 3 pub irregolari, sanzioni per 1.650 euro e sequestri

PALERMO – La polizia municipale comunica che, nell’ambito dei servizi finalizzati al rispetto del riposo notturno, nella notte tra venerdì e sabato, ha controllato tre pub, di cui due in via la Lumia e uno in via Bara all’Olivella.


In uno dei locali di via La Lumia, gli agenti del CAEP hanno accertato che era in corso un evento danzante con circa 75 persone che ballavano. Tale situazione costituiva motivo di grave pregiudizio per l’incolumità e la pubblica sicurezza, pertanto l’evento è stato immediatamente interrotto e il pubblico è stato fatto defluire verso l’esterno. L’attività era anche priva di impianto e dispositivi antincendio.


Il gestore è stato denunciato per aver adibito il pub a discoteca senza la prescritta agibilità di pubblico spettacolo e licenza di Questura e senza la SCIA antincendio e il Certificato Prevenzione Incendi. Le apparecchiature musicali sono state sequestrate per diffusione musica all’esterno a porte aperte e oltre l’orario. Il locale era anche sprovvisto della prescritta relazione fonometrica delle apparecchiature elettroacustiche in uso.


Sempre in via La Lumia si svolgeva in un altro pub l’attività di intrattenimento musicale con diffusione della musica all’esterno a porte aperte e oltre l’orario consentito. Interrotta l’attività abusiva, le apparecchiature musicali – non conformi alla relazione fonometrica – sono state sequestrate per cinque giorni.



Il gestore è stato diffidato dal  proseguire l’attività di intrattenimento musicale, fino al giorno del dissequestro delle apparecchiature musicali. L’inosservanza comporterà la comunicazione all’autorità giudiziaria.

In via Bara all’Olivella il gestore del locale è stato denunciato per aver invaso circa 20mq di suolo pubblico con arredi. Tale occupazione non è risultata conforme al Regolamento Dehors; inoltre il locale era sprovvisto della Dia sanitaria per l’esterno. Anche qui si svolgeva l’attività di intrattenimento musicale, subito interrotta dagli agenti che hanno sequestrato le apparecchiature musicali, non corrispondenti alla relazione fonometrica, per diffusione musica all’esterno a porte aperte e oltre l’orario.

Il gestore è stato diffidato dal  proseguire l’attività di intrattenimento musicale, fino al giorno del dissequestro delle apparecchiature musicali. L’ inosservanza comporterà la comunicazione all’autorità giudiziaria.

Le sanzioni ammontano complessivamente a oltre 1.650 euro.

Immagine di repertorio