Mostra il figlio di 4 anni come simbolo di virilità, boss accusato di abuso sessuale: arriva la condanna

Mostra il figlio di 4 anni come simbolo di virilità, boss accusato di abuso sessuale: arriva la condanna

PALERMO – Un’increscioso caso di violenza su minori nell’ambito del contesto mafioso. Siamo a Palermo, dove due anni fa un boss del quartiere Santa Maria di Gesù avrebbe mostrato il piccolo figlio di appena 4 anni a tutti gli altri membri del clan.

L’obiettivo era quello di farlo vedere come simbolo di virilità dopo che la notte veniva portato in giro dall’uomo per importunare le prostitute. Alcune volte veniva anche costretto a masturbarsi davanti agli altri appartenenti alla famiglia mafiosa.


Per tutti questi atti, il sostituto procuratore Ilaria Di Somma, ha chiesto la condanna a 11 anni per il reato di abuso sessuale su minore, in quanto l’uomo avrebbe compiuto anche questo.

L’aggravante sarebbe, secondo il pubblico ministero, il fatto che fosse proprio suo figlio.


Immagine di repertorio