Morte Viviana Parisi, spunta una nuova e macabra ipotesi: Gioele ucciso e poi seppellito

Morte Viviana Parisi, spunta una nuova e macabra ipotesi: Gioele ucciso e poi seppellito

CARONIA – Dopo il ritrovamento del corpo di Viviana Parisi, la dj 43enne scomparsa nella giornata di martedì 4 agosto assieme al figlio Gioele di 4 anni dopo aver fatto un incidente lungo l’autostrada A20, in zona Caronia, in provincia di Messina, proseguono le ricerche del figlio. Il cadavere della donna è stato ritrovato all’interno di un bosco di Caronia, sfigurato e in decomposizione. Fondamentali per il riconoscimento sono state la fede nuziale e i vestiti corrispondenti alle varie ricostruzioni.


Sulla morte della 43enne sono state effettuate diverse ipotesi, che lasciano inevitabilmente una marea di dubbi e domande aperte. Dal suicidio (ipotesi più accreditata), all’omicidio, fino ad arrivare alla più macabra delle possibili ricostruzioni. Stando infatti a quanto affermato dai diversi testimoni interrogati, sembrerebbe che il piccolo Gioele si trovasse assieme alla madre, per altri, invece, la donna era sola al momento dell’allontanamento.


Ricostruzioni discordanti, ma che hanno portato gli inquirenti a seguire la pista dell’allontanamento volontario di Viviana Parisi e del conseguente affidamento del figlio a terzi. Purtroppo, però, starebbe prendendo piede un’altra ipotesi, ancora più tragica delle altre. Secondo gli investigatori, infatti, la donna potrebbe avere prima ucciso il figlio, poi avrebbe seppellito il corpo nella zona e, infine, si sarebbe tolta la vita.



Una pista che, se confermata, sarebbe agghiacciante. Intanto, proseguono le ricerche di Gioele. Vigili del fuoco, Protezione Civile e unità cinofile stanno perlustrando ettari di terreno, nella speranza di ritrovarlo vivo e in salute, ma con la consapevolezza che il peggio, soprattutto in situazioni del genere, è sempre dietro l’angolo.

Fonte immagine Facebook