Morte Mirko e Francesco, proprietario camion accusato di omicidio stradale: famiglie parte civile nel processo

Morte Mirko e Francesco, proprietario camion accusato di omicidio stradale: famiglie parte civile nel processo

SANTA CROCE CAMERINAOmicidio stradale plurimo e famiglie delle vittime come parte civile, questo è quello che emerso dall’udienza che si sarebbe tenuta ieri davanti al giudice per le indagini preliminari.


Il proprietario del camion che la sera dell’8 agosto del 2018 era stato parcheggiato a bordo della strada che collega Santa Croce Camerina a Punta Secca, dove due giovani trovarono la morte, sarebbe assistito dagli avvocati Enzo Trantino e Giuseppe Russotto.


Le vittime di quel terribile incidente, Francesco Arrabito e Mirko Sokmani vennero sbalzati dal motorino su cui viaggiavano, dopo essersi schiantati contro il mezzo pesante.


Sui corpi dei due giovanissimi venne effettuata l’autopsia e, stando a quanto sarebbe emerso, i due non avrebbero assunto alcuna sostanza alcolica prima di mettersi alla guida.

Il giudice scioglierà la riserva nell’udienza fissata il prossimo 8 luglio, sarà fissata invece una successiva data per stabilire il rinvio a giudizio o meno del proprietario del camion.