Morte carabiniere Licia Gioia: marito assolto dall’accusa di omicidio perché il fatto non sussiste

Morte carabiniere Licia Gioia: marito assolto dall’accusa di omicidio perché il fatto non sussiste

SIRACUSA – Il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Siracusa ha assolto il marito del maresciallo Licia Giogia, Francesco Ferrari.


Inizialmente il coniuge poliziotto era stato indagato per istigazione al suicidio e successivamente per omicidio, ma entrambe le accuse sarebbero cadute a favore di Ferrari, che è stato assolto perché il fatto non sussiste.


La decisione del giudice sarebbe arrivata dopo il dibattimento durante il quale i consulenti nominati avrebbero ribadito che la morte del maresciallo si sarebbe verificata a seguito di un gesto compiuto dalla stessa donna, intenzionata a togliersi la vita.


Il marito, dall’inizio delle indagini, avrebbe sempre sostenuto che fosse stata proprio Licia Gioia a premere il grilletto della pistola di ordinanza, la notte tra il 27 e il 28 febbraio del 2017.