Morso di ragno violino uccide donna a Marsala: 51enne era in coma da quasi due settimane

Morso di ragno violino uccide donna a Marsala: 51enne era in coma da quasi due settimane

MARSALA – È stato un morso indolore ma fatale quello che ha provocato la morte della 51enne Roxamunda Constant. A provocarne il decesso la puntura di un ragno violino, aracnide di piccole dimensioni ma molto pericoloso.


La tragedia si è consumata a Marsala, in provincia di Trapani. La donna si sarebbe recata in ospedale una settimana dopo essere stata morsa dal ragno, lamentando una fascite alle gambe. La 51enne poi è entrata in coma ed è rimasta in Terapia Intensiva per quasi due settimane fino al tragico epilogo: il decesso sarebbe avvenuto un paio di giorni fa. La causa della morte è stata stabilita dai medici attraverso un esame ematologico.


Il ragno violino vive prevalentemente nei luoghi tropicali e, più recentemente, anche in Italia: privilegia posti caldi e afosi. Trova spesso rifugio in giardino o dentro anfratti e fessure nelle abitazioni domestiche. Di colore marrone-giallastro, si distingue per le zampe lunghe e una caratteristica macchia che ricorda la forma di un violino.



I primi effetti dovuti al suo morso si possono manifestare anche un paio di giorni dopo la puntura. Compare inizialmente una lesione arrossata con prurito, bruciore e formicolii che, nell’arco delle 48-72 ore successive, può diventare necrotica e può ulcerarsi, provocando, in casi estremi, l’amputazione dell’arto interessato o, purtroppo, il decesso.

Immagine di repertorio