Misteriosa morte in cantiere sospeso, vittima l’operaio Vito Cambria: ritrovato in una pozza di sangue

Misteriosa morte in cantiere sospeso, vittima l’operaio Vito Cambria: ritrovato in una pozza di sangue

VENETICO – Giallo a Venetico, nel Messinese, dove un operaio sarebbe stato ritrovato morto all’interno di un cantiere edile.

Misteriose le modalità della scomparsa dell’uomo, che in primis sarebbe stato ritrovato nel luogo di lavoro in cui le attività pare fossero sospese da aprile 2019.


La vittima sarebbe Vito Cambria, un 62enne del luogo, che si sarebbe recato sul posto per prendere due escavatori insieme a dei colleghi: questi ultimi lo avrebbero visto allontanarsi per poi non tornare più.

Tempo dopo avrebbero trovato l’uomo riverso a terra in una pozza di sangue: l’ipotesi sarebbe che verosimilmente Cambria sia caduto da un ponteggio o abbia accusato un malore.



Niente da fare per Vito Cambria, morto sul colpo. Il cantiere sarebbe stato sequestrato dalla Procura locale e il corpo portato via.

Immagine di repertorio