Migranti in Sicilia, Musumeci tuona contro Roma: “Stanno giocando col fuoco”

Migranti in Sicilia, Musumeci tuona contro Roma: “Stanno giocando col fuoco”

POZZALLO – Ieri sulle coste di Pozzallo, provincia di Ragusa, sono approdati 66 migranti provenienti dall’Asia, nello specifico dal Pakistan.


Gli immigrati sarebbero stati sottoposti a test sierologici e tamponi e solo 11 di loro sarebbero risultati positivi, ma asintomatici, per questo motivo si troverebbero già in isolamento in una struttura individuata dagli organi competenti.


Immediata la reazione del presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci: “Undici positivi tra i 66 sbarcati ieri a Pozzallo. Sono di nazionalità pakistana. Ovviamente la Regione Siciliana dopo aver effettuato su tutti i migranti il test sierologico, ha testato con il tampone i casi di positività rilevata dalla presenza di anticorpi”.


Continua a emergere un quadro sconfortante nel quale si erge il silenzio del Ministero dell’Interno – prosegue il presidente -. Ciò mi impone di adottare in giornata un’ordinanza. Inutile dire che se a largo di Pozzallo fosse stata individuata nave per la quarantena – come invano richiediamo da settimane – queste persone non sarebbero mai sbarcate fino alla conclamata negatività. Stanno giocando con il fuoco!”



Fonte immagine Facebook – Nello Musumeci