Migranti costretti a picchiarsi dopo tentativo di fuga dal centro d’accoglienza: agente rimosso

Migranti costretti a picchiarsi dopo tentativo di fuga dal centro d’accoglienza: agente rimosso

AGRIGENTO – È stato rimosso dall’incarico il poliziotto, immortalato in un video che ha suscitato clamore e acceso polemiche, che avrebbe costretto “per punizione” due migranti fuggiti dal centro di accoglienza di Agrigento, durante la quarantena, a schiaffeggiarsi tra di loro, colpendo a sua volta uno dei due.


L’agente, in servizio alla Questura del capoluogo agrigentino, non presterà dunque più servizio nella struttura teatro dei fatti.


Il questore Rosa Maria Iraci ha reso noto di aver trasmesso gli atti alla Procura e di aver avviato a carico del poliziotto un procedimento disciplinare. Sul caso è stata aperta un’inchiesta, della quale si sta occupando il pubblico ministero Cecilia Baravelli: l’ipotesi di reato è di abuso dei mezzi di correzione.



Mercoledì si svolgerà l’incidente probatorio per acquisire la testimonianza di cinque giovani migranti tunisini, tra cui i due che sarebbero stati percossi.

Fonte foto: corriere.it