Messina a secco, Governo invia la Protezione Civile

Messina a secco, Governo invia la Protezione Civile

MESSINA – Secondo quanto si legge in una nota di Palazzo Chigi, la presidenza del Consiglio ha disposto l’invio immediato a Messina della Protezione Civile nazionale, coordinata sul posto dall’ingegner Fabrizio Curcio.

Questa la decisione presa a Roma nella speranza di risolvere le criticità nell’erogazione idrica a Messina e provincia, dove si vive un vero e proprio incubo dal quale sembra, per ora, molto complicato uscire.

Troppe le problematiche che hanno messo in ginocchio una città intera: dopo l’arrivo della nave cisterna e delle autobotti, l’indagine della Guardia di Finanza sull’aumento dei prezzi dell’acqua minerale, il ricorso del Codacons in procura e, come se non bastasse, nella giornata di oggi la saldatura effettuata all’acquedotto di Calatabiano ha ceduto.

L’AMAM ha fatto sapere che si sta procedendo ad attivare il bypass dell’Alcantara, ma ciò che si augurano i messinesi è di non continuare ancora a riempire bidoni dalle fontane o dalle autobotti a pagamento e che, una volta per sempre, il caso #messinasenzacqua venga accantonato e non più ripreso.

Commenti