Mattarella a Catania, tappe al Teatro Bellini e al San Marco: “Vigili del fuoco come dottori, entrambi salvano vite”

Mattarella a Catania, tappe al Teatro Bellini e al San Marco: “Vigili del fuoco come dottori, entrambi salvano vite”

CATANIA – Molti i presenti a Catania, in piazza Vincenzo Bellini, in onore dell’80esimo anniversario della fondazione del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

Oltre che per il loro anniversario, il Presidente Sergio Mattarella ha conferito una medaglia d’oro al Merito civile ai pompieri per il grande lavoro svolto nonostante disgrazie e tragedie come la morte dei tre vigili del fuoco in provincia di Alessandria e la recentissima esplosione a Barcellona Pozzo di Gotto.



Ad accogliere il Presidente della Repubblica numerosi uomini del comando provinciale perfettamente schierati e pronti a riceverlo, insieme a loro anche autorità locali e spettatori.

Con un caloroso sorriso, Sergio Mattarella ha salutato tutti i presenti, camminando in mezzo alla folla in maniera sicura, ma anche molto tranquilla e pacifica.


Il Capo dello Stato – dopo la visita al Teatro Massimo Bellini – si è recato anche al nuovo ospedale San Marco del quartiere Librino, prima del suo ritorno a Roma.

A intervenire all’inaugurazione del nuovo ospedale San Marco anche il Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, che ha spiegato e raccontato quanto travagliata sia stata l’ideazione e la costruzione dell’edificio: “Una profonda crisi ha coinvolto la ditta che operava sul cantiere, si è dunque rischiata un’incompiutezza e questo la nostra regione non poteva permetterselo”.

Con un grande sorriso, quasi paterno, alla storia della nascita dell’ospedale, l’onorevole Nello Musumeci ha aggiunto un “gran finale”, ovvero la venuta al mondo del piccolo Andrea, il primo bimbo dato alla luce in quelle mura.

Il discorso del Presidente Musumeci è proseguito con un grande ringraziamento al personale del presidio ospedaliero, ringraziamento poi rimarcato abbondantemente dal Capo di Stato Sergio Mattarella: “Un intenso saluto a chiunque lavori in questo ospedale, qualsiasi ruolo occupi, per la perfetta organizzazione di cui questo ospedale (che ho avuto la fortuna di visitare) gode, in aggiunta alle eccellenze nella ricerca scientifica”.

“Sono stato al Teatro Massimo Bellini – prosegue Mattarella – in onore dell’80esimo anniversario della fondazione del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e posso dire che il lavoro che svolgono loro non è tanto differente da quello che viene svolto qui: in entrambi i casi si salvano delle vite“.

“La storia ospedaliera catanese inizia nel 1336 e questo ospedale la traduce in modernità – conclude il Presidente della Repubblica – proiettando l’intera città nel futuro. Auguri.