Mascali, evitato assalto notturno per la vigilia di Ferragosto… al mattino invasione di tende e gazebi

Mascali, evitato assalto notturno per la vigilia di Ferragosto… al mattino invasione di tende e gazebi

MASCALI –Alla luce di quanto visto la notte scorsa sentiamo il dovere di ringraziare tutti gli uomini e le donne in divisa che hanno partecipato ai servizi di controllo interforze sul nostro litorale, così come avevamo chiesto al signor Prefetto di Catania.


Se nei giorni scorsi non avessimo fatto puntare l’attenzione sulla necessità di dare rinforzi ai locali vigili urbani e carabinieri, probabilmente anche quest’anno avremmo visto le solite scene di accampamenti, magari in tono comunque minore, così come accaduto per la notte San Lorenzo.



E le ordinanze sarebbero rimaste un inutile atto formale“.



Scrive così Alberto Cardillo di Fratelli d’Italia, e continua: “Adesso chiediamo rinforzi stabili, più uomini e più mezzi tutto l’anno, per dare più sicurezza ai mascalesi e per supportare il lavoro dei nostri carabinieri, ai quali ovviamente va il nostro ringraziamento per quello che giornalmente fanno nonostante le carenze di organico e di mezzi.

Tuttavia, gli sforzi si sono rivelati vani alla mattina del 15 agosto, quando un migliaia, muniti di gazebo e tenda hanno invaso il litorale mascalese.

A meno che il sindaco non abbia avuto evidenze scientifiche diverse, il Covid-19 non va a dormire dopo le 10 di mattina e la spiaggia non resta pulita se viene invasa sotto il sole…

I controlli interforze che hanno ben funzionato di notte bisognava prolungarli con maggiori forze nelle ore diurne, e questo doveva chiederlo da settimane il sindaco, così come abbiamo fatto noi scrivendo al Prefetto. E poi, perché l’amministrazione di Catania è riuscita a far rispettare il distanziamento nella spiaggia libera della Playa, fissando regole certe e controlli, mentre questo a Mascali non è stato nemmeno lontanamente concepito?

Non si può amministrare affidandosi alla fortuna o alla propagandina fatta di ordinanze e post su Facebook. Mascali merita di più“, conclude Cardillo.