Marocchino massacrato con calci e pugni a Messina, un arresto

Marocchino massacrato con calci e pugni a Messina, un arresto

MESSINA – È stato arrestato ieri dai carabinieri di Messina Giovanni Raffone, 33 anni, con l’accusa di aver ucciso un marocchino di 35 anni l’estate scorsa, a causa di una lite scaturita per una donna contesa tra i due.

L’imputato, insieme a dei complici che non sono stati ancora identificati, avrebbe massacrato l’extracomunitario  con calci e pugni lo scorso 29 Luglio, vicino la stazione ferroviaria di Messina.

La vittima era stata abbandonata agonizzante sul selciato per poi essere tempestivamente condotta in ospedale dove però  è deceduta 10 giorni dopo a causa delle gravi ferite riportate.

I carabinieri stanno indagando per rintracciare gli altri componenti del “branco” complici dell’omicidio.

 

 

 

Commenti