Malore in carcere per l’ex sindaco di Castelvetrano, il Tribunale rigetta la richiesta dei domiciliari

Malore in carcere per l’ex sindaco di Castelvetrano, il Tribunale rigetta la richiesta dei domiciliari

CASTELVETRANO – Resta in carcere l’ex sindaco di Castelvetrano Tonino Vaccarino, il Tribunale di Marsala ha rigettato la richiesta della Difesa presentata qualche giorno fa.


Vaccarino, arrestato per mafia, avrebbe accusato un malore mentre si trovava all’interno dell’istituto penitenziario.


Durante il ricovero in ospedale, i medici avrebbero riscontrato alcune patologie cardiache e per tali ragioni gli Avvocati dell’ex primo cittadino avrebbero depositato un’istanza al Tribunale chiedendo i domiciliari. Richiesta respinta.


Vaccarino si trova in carcere a seguito di una condanna di primo grado per concorso in rivelazione di segreto d’ufficio e favoreggiamento personale con l’aggravante per mafia.



Il 75enne è stato arrestato il 16 aprile del 2019insieme a due carabinieri, nell’ambito delle indagini sul boss latitante Matteo Messina Denaro.

Immagine di repertorio