Lutto nel mondo della radio catanese, morto il dj Alessandro Di Mercurio: "Sempre vero, sincero e ironico" - Newsicilia

Lutto nel mondo della radio catanese, morto il dj Alessandro Di Mercurio: “Sempre vero, sincero e ironico”

Lutto nel mondo della radio catanese, morto il dj Alessandro Di Mercurio: “Sempre vero, sincero e ironico”

CATANIA – Si è spento ieri, alle ore 13, il dj catanese Alessandro Di Mercurio. La notizia ha lasciato sgomente le tante persone che lo conoscevano, soprattutto per aver lavorato e tenuto compagnia agli ascoltatori di Radio Luna, negli anni ’80 e ’90.

Sono numerosi, infatti, i messaggi che sono stati condivisi sui social network proprio per ricordare il compianto dj, morto a causa di alcuni problemi di salute. Scrive Antoni: “Ci ha lasciati il mio amico Alessandro Di Mercurio e mi tornano in mente le nottate di Radio Luna 1988, le partite di Risiko, la sua passione per la Coca Cola per cui lo chiamavamo ‘il tossico’ (ma solo di Coca Cola e mai di altro), la sua semplice felicità per i successi di sua moglie Rosaria nello studio e nel lavoro, la sua passione politica… E soprattutto il suo essere sempre vero, sincero e ironico. RIP“.



Commosso anche il post pubblicato da Salvatore su Facebook per ricordare Di Mercurio: “Sono profondamente dispiaciuto e addolorato! Ieri sera ho saputo della scomparsa di un mitico, straordinario e simpatico speaker di Radio Luna che non solo ha allietato il mio periodo adolescenziale nel fantastico periodo 1988, ma, successivamente, negli anni ’90 fummo colleghi proprio su Radio Luna Catania esattamente nell’anno 1992 e poi nel 1997 su R.S.I. Radio Sud Italia e comunque tramite Facebook non abbiamo mai perso i contatti! Volevo di cuore fare un ultimo saluto ad Alessandro Di Mercurio! Alessandro un grandissimo e sentitissimo abbraccio! R.I.P!“.

A fargli eco le parole di Guido: “Addio Alessandro Di Mercurio, sei giunto al tramonto in questo mondo, ma sarai una stella luminosissima nell’altro dove da la su continuerai a vivere e proteggere più che mai la tua famiglia. Che Dio ti accolga nel regno che non avrà mai fine. Ciao guerriero ci mancherai“.