Lungomare di Catania ridotto a “pattumiera a cielo aperto”. Cardello (II municipio): “Gettano di tutto” – FOTO

Lungomare di Catania ridotto a “pattumiera a cielo aperto”. Cardello (II municipio): “Gettano di tutto” – FOTO

CATANIA – “Uno dei luoghi più belli e importanti di Catania ridotto a un’enorme discarica abusiva. Il lungomare è completamente invaso dai rifiuti. Montagne di spazzatura nel tratto di scogliera che da piazza Mancini Battaglia arriva quasi fino a piazza Europa”.

È la denuncia presentata dal consigliere del II municipio del capoluogo etneo Andrea Cardello, che commenta: “Nel corso degli ultimi giorni ho raccolto le segnalazioni dei abitanti e dei commercianti della zona, che si dicono preoccupati e sconcertati per il profondo stato di degrado in cui versa il lungomare di Catania. Un luogo letteralmente deturpato dai soliti incivili che, tra gli scogli e oltre la ringhiera, buttano di tutto”.


“Lattine di birra, cartoni della pizza, bottiglie e barattoli vuoti e perfino delle sdraio: qui ci viene lasciato di tutto. Spazzatura che poi – continua Cardello – con il maltempo e le forti onde finisce in fondo al mare”.

Tante volte le associazioni e i semplici volontari si sono attivati per ripulire l’area: “Si tratta di iniziative sporadiche, da parte di associazioni e organizzazioni che meritano tutto il nostro appoggio e plauso, ma che non possono risolvere definitivamente il problema”, spiega Cardello.



“Serve una programmazione seria e a scadenze ben precise che spetterebbe all’amministrazione comunale. Se vogliamo che la scogliera torni a essere un luogo a forte attrazione turistica, serve un piano di sviluppo e pure una forte azione repressiva da parte della polizia municipale che multi gli incivili che sporcano questa parte di Catania”, conclude il consigliere.