Lo zio “orco” violenta la nipotina, lei trova la forza di denunciare: condannato a 6 anni di carcere

Lo zio “orco” violenta la nipotina, lei trova la forza di denunciare: condannato a 6 anni di carcere

PALERMO – Di fronte ad una violenza sessuale non è affatto facile, per la vittima, trovare la forza di denunciare quanto accaduto. Una 13enne, infatti, è la protagonista di un abuso da parte dello zio che avrebbe approfittato dei momenti trascorsi da soli.

La ragazzina, avrebbe rivelato tutto ai genitori e da lì sarebbe partita la denuncia e l’inchiesta fino all’arresto del responsabile, ad agosto scorso.


Allo stato attuale, lo zio “orco”, accusato di violenza sessuale su minore, avrebbe scelto il rito abbreviato per ottenere uno sconto di un terzo della pena e, all’esito del giudizio, sarebbe stato condannato a 6 anni e 8 mesi di reclusione.

La vittima dell’abuso, infatti, avrebbe ribadito quanto subito anche durante l’incidente probatorio e i giudici avrebbero valutato in senso positivo le sue parole: una ricostruzione dei fatti attendibile. In più, la 13enne sarà anche risarcita in sede civile per i danni subiti.


Immagine di repertorio