Librino, murales sfida le istituzioni e diventa set per video neomelodico: “Folletti del palazzo non amano farsi vedere e svaniscono come fumo”

Librino, murales sfida le istituzioni e diventa set per video neomelodico: “Folletti del palazzo non amano farsi vedere e svaniscono come fumo”

CATANIA – Emergono “curiosidettagli in merito all’indagine della Polizia di Stato, eseguita su delega della Direzione Distrettuale Antimafia di Catania, che questa mattina è stata messa a segno nel quartiere Librino e che ha portato all’arresto di 20 soggetti, indagati per associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di marijuana e di cocaina e alla detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’operazione di polizia è stata denominata “Bergen Town“, a causa del murales dipinto su una parete al centro della piazza di spaccio, ubicata nel viale San Teodoro n.7, zona comunemente chiamata “due torri“, di fronte al noto palazzo di cemento da sempre roccaforte della famiglia Arena.


L’immagine, infatti, raffigura un folletto che fuma marijuana con sopra una scritta di sfida alle istituzioni del seguente tenore: “I folletti del palazzo non amano farsi vedere e svaniscono come fossero fatti di fumo!“.

Di recente, il sito era stato utilizzato come “set” per realizzare il video per un brano musicale di una cantante neomelodica, nipote del noto pregiudicato Giovanni Arena, per 18 anni latitante, il cui ritornello recitava “questa è la vita nostra e non la possiamo cambiare chi sbaglia e spaccia è per necessità…“.