Lentini, fermato il presunto killer dell'omicidio di Sebastiano Greco: è "caccia" al complice

Lentini, fermato il presunto killer dell’omicidio di Sebastiano Greco: è “caccia” al complice

Lentini, fermato il presunto killer dell’omicidio di Sebastiano Greco: è “caccia” al complice

LENTINI – Arriva la quasi quadratura del cerchio per quanto riguarda l’omicidio che si è verificato a Lentini sabato scorso. Sarebbe scattato un fermo dopo la “caccia” al killer che ha fatto “tremare” la città. Si tratta di Shasa Antony Bosco, individuato grazie alle telecamere di videosorveglianza.


In mattinata, infatti, tutto è iniziato con tre spari al fianco di un uomo, sangue a terra e il successivo decesso del 52enne Sebastiano Greco: questo è lo scenario che si è aperto davanti agli occhi dei lentinesi.


Successivamente, a piede libero, avrebbe raggiunto l’ufficio postale del centro città per minacciare un uomo e rubare la sua auto. Pensava, così, di farla franca ma i carabinieri, dopo giorni di ricerche, lo hanno identificato e l’uomo è in stato di fermo.

C’è un altro dettaglio che salta subito all’occhio: il killer non avrebbe operato da solo ma si sarebbe fatto aiutare da un complice, di cui al momento non si sa nulla.

Pare che i due, dopo aver realizzato l’omicidio, siano fuggiti con una moto per poi effettuare il “cambio” con l’auto rubata. La vettura, successivamente, l’avrebbero abbandonata per salire su un’altra sottratta ad una donna.

Immagine di repertorio