La verità sui mini-focolai a Catania e Gravina e i nuovi casi: 7 positivi a Misterbianco

La verità sui mini-focolai a Catania e Gravina e i nuovi casi: 7 positivi a Misterbianco

CATANIA – Nuove notizie in merito ai contagi e agli infetti nel territorio catanese: al momento i casi in totale sarebbero ben 18.


Numeri certamente bassi rispetto a quelli che la città ha vissuto mesi fa, ma palesemente in crescita a causa – verosimilmente – di una possibile svalutazione del pericolo.


Come riferito dall’ufficio del commissario per l’emergenza sanitaria dell’Asp di Catania e provincia, dei 18 casi totali a Catania e nel Catanese, solo 5 sarebbero i soggetti ricoverati. Per quanto riguarda i nuovi infetti, invece, sembrerebbe che ne siano stati trovati 7 a Misterbianco e 4 a Catania.



Circolerebbero nelle ultime ore diverse notizie su un altro focolaio composto da due persone che si sarebbero trovate a Gravina di Catania: si sarebbe trattato di due turisti provenienti dalla Lombardia che, ai primi segni inconfondibili del contagio, sarebbero stati visitati e monitorati. I tamponi effettuati sui due, però, sarebbero tutti risultati negativi e quindi l’allerta sarebbe rientrata.

Sulla questione sarebbe intervenuto anche l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, che avrebbe richiamato i siciliani alla prudenza e all’attenzione attraverso alcune parole diffuse tramite social: “Voglio unirmi all’appello di molti esperti che, soprattutto in questi primi giorni di vacanza e in diversi territori del Paese, hanno notato un abbassamento del livello di cautela nei comportamenti. Le regole che ci siamo dati qui in Sicilia nei momenti più difficili hanno prodotto dei risultati significativi nella lotta per contrastare il contagio che non possono essere vanificati. Ecco perché ancora una volta desidero richiamare tutti alla prudenza ed al rispetto delle norme anticontagio per non sciupare quanto è stato fatto grazie al sacrificio ed al senso di responsabilità di ciascuno”.


Immagine di repertorio