La politica dello “scarica barile”. Musumeci contro i dipendenti regionali “improduttivi”, i sindacati pronti a querelarlo

La politica dello “scarica barile”. Musumeci contro i dipendenti regionali “improduttivi”, i sindacati pronti a querelarlo

CATANIA – Arriva una nuova critica ai dipendenti regionali da parte del presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, che durante un’intervento alle “Giornate dell’energia” a Catania, li ha definiti “improduttivi“.


Ma le sue affermazioni non si fermano solo alla produttività o meno del personale, bensì, il governatore siciliano ha affermato che l’80% si gratta la pancia dalla mattina alla sera.


Musumeci ha poi anche commentato le richieste del personale di continuare con il lavoro agile da casa, affermando che se già in ufficio sono improduttivi, a casa sarebbe impossibile controllarli.


Giuseppe Badagliacca e Angelo Lo Curto del Siad-Cisal, dopo queste affermazioni, hanno annunciato una querela nei confronti di Musumeci.

I sindacati hanno affermato di aver ascoltato con sconcerto le affermazioni del governatore, secondo loro ricolme di accuse immotivate e offensive. Sempre le sigle sindacali hanno accusato Musumeci di voler puntare il dito sul personale per coprire i fallimenti del suo Governo e hanno ricordato che se la macchina non funziona la colpa non è del personale amministrativo ma del capo politico.


Immagine di repertorio