La lotta contro il linfoma e la gara di solidarietà per far guarire Marianna: “Voglio invecchiare con mio marito e crescere i miei figli”

La lotta contro il linfoma e la gara di solidarietà per far guarire Marianna: “Voglio invecchiare con mio marito e crescere i miei figli”

CASTELBUONO – Marianna è una donna meravigliosa di 39 anni, moglie, madre di due bambini bellissimi di 3 e 5 anni, sorella, figlia, cugina, amica preziosa. Sempre sensibile verso le necessità degli altri e pronta ad aiutare tutti. Da un anno sta combattendo contro un linfoma non Hodgkin al quarto stadio”, a raccontare la storia della donna è Rosario Maria Raimondo.


Questa breve storia è stata scritta dall’uomo su una piattaforma per chiedere una raccolta fondi: “Ha bisogno di cure specifiche che sono molto difficili da trovare e molto costose. Questi fondi ci servono al più presto per poter avere delle valutazioni da centri all’avanguardia e ci aiuteranno ad accedere a cure non diversamente accessibili”.


L’obiettivo è quello di aiutare Marianna a riprendere in mano la propria vita e a viverla il più a lungo possibile: “La situazione è molto urgente, aiutaci ad avere la possibilità di continuare questa battaglia e coltivare la speranza di guarigione.


Donati in 24 ore già oltre 24mila euro, ma la cifra finale e necessaria per la 39enne è di ben oltre i 100mila. Moltissime le condivisioni, i commenti, l’aiuto che arriva anche dallla città d’origine della donna – Castelbuono, nel Palermitano – i cui cittadini stanno donando con grande cuore e speranza.



Anche la stessa Marianna ha parlato del grande ostacolo che deve superare: “Ed è consapevole dei miei limiti e delle mie difficoltà che oggi vi chiedo di aiutarmi a fare tutto ciò che è possibile per vedere la parola GUARIGIONE alla fine di questo percorso così difficile che io con tutta la mia famiglia stiamo ancora affrontando. Purtroppo la mia situazione continua a complicarsi, ma complicato non è impossibile e se l’accesso a determinate terapie mi è reso difficoltoso per i costi da affrontare, ecco io non mi voglio vergognare a chiedere aiuto. Perché voglio guarire, invecchiare con mio marito e crescere i miei due piccoli grandi amori. Perciò vi chiedo di sostenermi secondo le possibilità di ognuno di voi consapevole anche che dopo il verbo ‘amare’ il verbo ‘aiutare’ è il più bello del mondo.

Per sostenere e aiutare nella raccolta fondi per Marianna, ecco di seguito il link dedicato.

Fonte foto: gofoundme