“Insussistenza dei gravi indizi di colpevolezza”: scagionato il medico Ciro Liosi

“Insussistenza dei gravi indizi di colpevolezza”: scagionato il medico Ciro Liosi

MESSINA – Con l’ordinanza di accoglimento (riesame ex art. 309 C.P.P.) del 02.04.2020, emessa dal Tribunale del Riesame di Messina, è stata totalmente annullata, per insussistenza dei gravi indizi di colpevolezza, l’ordinanza del 02.03.2020, resa nel procedimento n. 5836/18 RGNR, che aveva disposto a carico di Ciro Liosi, 65 anni, la misura cautelare degli arresti domiciliari e della sospensione dall’esercizio della professione medica.

“Ad oggi pertanto non esiste nulla che osti alla ripresa dell’attività lavorativa del mio cliente”, commenta l’avvocato Salvatore Irrera.


Sia l’Ordine dei Medici che l’ASP sono state informate affinché dispongano rispettivamente la revoca della sospensione e l’immediato reintegro nelle funzioni di medicina generale convenzionata.

Immagine di repertorio