Fuggito e rientrato in Italia, destinatario di un ordine di cattura arrestato dalla Squadra Mobile

Fuggito e rientrato in Italia, destinatario di un ordine di cattura arrestato dalla Squadra Mobile

TRAPANI – Era fuggito in patria oltre nove anni fa per sottrarsi evidentemente alla condanna comminata dal Tribunale di Bergamo il cittadino tunisino arrestato nella tarda serata dell’altro ieri dalla Squadra Mobile della Questura di Trapani.


L’uomo, un 36enne con precedenti penali, nell’approssimarsi della sentenza che lo aveva condannato a oltre sette mesi di carcere, per il reato di spaccio di stupefacenti, aveva lasciato l’Italia, riparando nel proprio Paese d’origine.


Rintracciato nei giorni scorsi a largo della costa marsalese, assieme ad altri connazionali, era stato condotto negli uffici della Questura per gli accertamenti connessi alla valutazione della sua posizione sul territorio nazionale.


Lo scorso giovedì sera la scoperta: dietro le tante identità fornite si celava, infatti, un ordine di cattura, che i poliziotti hanno eseguito, arrestandolo e conducendolo al carcere locale.



Immagine di repertorio