Fratel Biagio Conte interrompe il digiuno e il ritiro, starà in isolamento: “Devo riguardare il corpo”

Fratel Biagio Conte interrompe il digiuno e il ritiro, starà in isolamento: “Devo riguardare il corpo”

PALERMO – Dopo 40 giorni di digiuno e ritiro nelle montagne di Palermo, Fratel Biagio Conte avrebbe deciso di sospendere il digiuno e di tornare in una delle sedi della sua organizzazione che assiste oltre un migliaio di indigenti.


La sua missione e forma di protesta era indirizzata alla solidarietà nei confronti delle famiglie disagiate, di chi non possiede una casa, di chi non ha diritti, riconoscimenti di documenti.


Lo stesso Conte ha spiegato le motivazioni dell’interruzione del suo digiuno. Tali motivazioni, secondo le sue parole, sono riconducibili alla salvaguardia del proprio corpo, evidentemente indebolito dal digiuno e dalla vita da eremita. Torna proseguendo comunque la sua missione di portare un messaggio di solidarietà e speranza.


Riccardo Rossi, portavoce della missione Speranza e Carità, ha fatto sapere che Fratel Biagio rimarrà ricoverato per circa 10 giorni in infermeria, in assoluto isolamento e sotto stretto controllo medico. La ripresa dell’alimentazione sarà graduale.



Immagine di repertorio